Ma io chi sono? Ho fatto un test…

La saggezza del segreto distacco

Di sicuro, nella professione, in amore e in ambito sociale sai sempre trovare il lato bello delle cose e cogliere gli aspetti buoni anche là dove molti vedono nero. In più, hai la preziosa capacità di distaccarti serenamente dagli eventi che potrebbero coinvolgerti o deprimerti, e una grande capacità difensiva, intesa a preservare la tua armonia interiore. È il cosiddetto sano egoismo, che è anche frutto di una profonda saggezza che, da un lato ti porta ad accettare fatalisticamente gli eventi su cui non puoi avere influenza, e dall’altro ti spinge a trattare il mondo con ironia e senso critico, cercando anche una soluzione anziché piangerti addosso. Riesci, dunque, non solo a preservare il tuo buonumore ma anche a mostrarti costruttiva, creativa e attiva. Comunque, quasi mai distacco e positività, attraverso cui filtri gli eventi, ti rendono incosciente o tanto temeraria da sfidare l’impossibile.

Gli ostacoli? Sono incentivi…
Le tue difese nei confronti dello stress e di chi o di che cosa cerchi di incrinare la tua serenità e stabilità di fondo, sembrano molto salde. Non sarai certamente inossidabile: anche tu vivrai momenti sotto un cielo senza stelle… Ma le emozioni, le tensioni, le contrarietà della vita e dell’amore di solito non ti fanno perdere l’orientamento e la meta: anzi, spesso vivi gli ostacoli come incentivi e gli inconvenienti ti appaiono come spine necessarie che fanno parte della splendida rosa dell’esistenza.
Ma quali pericoli potrebbero nascere dal tuo modo di essere? Quelli di chi decide di guardare oltre e volare più alto. A volte, i tuoi atteggiamenti ironici e di distacco potrebbero infatti non essere compresi nemmeno dalle persone care o dal tuo partner e venire giudicati specchio di disinteresse, aridità o puro egoismo. Oppure tu stessa, abusando di certe capacità di autodistanziamento, potresti crearti uno scudo eccessivo, sviluppando freddezza e una specie di anestesia emotiva. Dipenderà da te, ovviamente, non abusare delle tue capacità e nemmeno della tua resistenza allo stress.

Ironia e fatalismo a piccole dosi
I margini di miglioramento, nel tuo caso, sembrano, quindi, legati a modalità che ti consentano di non eccedere con l’ironia e il fatalismo e non a strategie per salvaguardare la serenità del tuo mondo interiore: perché sai difenderlo molto bene.

Ma io chi sono? Ho fatto un test…ultima modifica: 2007-12-28T20:30:00+01:00da pollyemma
Reposta per primo quest’articolo